ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Al via i lavori per il nuovo "Forum Valle Aurelia": maxi centro commerciale a 20 minuti (in treno) da Roma nord

Di REDAZIONE 26/01/2016

Al via i lavori per il nuovo "Forum Valle Aurelia": maxi centro commerciale a 20 minuti (in treno) da Roma nordSono iniziati i lavori per la realizzazione di un nuovo centro commerciale a Roma. Sorgerà a pochi passi a piedi dalla stazione della Metropolitana e del treno Roma-Viterbo, nell'area tra Valle Aurelia e via Baldo degli Ubaldi.

La struttura si chiamerà "Forum Valle Aurelia", avrà una superficie di oltre 20 mila metri quadrati, quattro piani, e ospiterà circa quaranta negozi, un ristorante, parcheggi e un centro direzionale. Sorgendo ad appena 800 metri dal Vaticano, punta ad attrarre, oltre alla popolazione locale, anche migliaia di turisti che ogni giorno affollano il centro storico capitolino.

Il piano terra comprenderà un supermercato e dei negozi. Il primo e secondo piano offrono delle media superfici commerciali e vari negozi di qualità alta con un mix merceologico che include marchi nazionali ed internazionali. Il quarto piano è un’area verde che accede alla zona ristorazione con una terrazza aperta con vista sul Vaticano. Il progetto include anche un’immobile a destinazione uffici. La fabbrica di mattoni storica ‘Veschi’ locata alla base dell’area verrà ristrutturata e convertita in uno spazio aperto al pubblico.

La stazione della metropolitana vicina provvede un’eccellente connessione con i servizi di trasporto cittadini e due strade principali che si congiungono nell’area di Valle Aurelia provvedono un accesso facile al sito da chi viene da fuori Roma.

I progetti risalgono agli anni '90 con il piano di recupero urbano e messa in sicurezza di una vecchia fornace, chiusa negli anni '50.

Nel quartiere, ex borgata, il centro commerciale avrà un impatto forte, almeno dal punto di vista urbsanistico. Nell'area è infatti ancora presente il borgo costituito da antiche case a due piani (per lo più ormai diroccate) appartenute ai "fornaciari" (ossia a coloro che lavoravano presso le fornaci "Veschi", dove appunto sorgerà il centro commerciale) dislocate tra strade con nomi caratteristici riecheggianti le attività di un tempo. Nel 1976 Ettore Scola gira Brutti, sporchi e cattivi con Nino Manfredi sulle pendici di Monte Ciocci, nei terreni dell'Istituto Agrario Federico Delpino in via Lucilla Domizia, dove posiziona le baracche della derelitta famiglia Mazzatella proprio dinanzi alla cupola di San Pietro; l'area viene invece citata nella pellicola come Borghetto dei sorci.
Nella locale chiesa di San Giuseppe Cottolengo è stata girata la scena del matrimonio di Ivano e Jessica del film Viaggi di nozze (1995) di Carlo Verdone.

La stazione di Valle Aurelia, vero e proprio interscambio per Roma nord e Roma ovest, è stata creata al tempo dei lavori del 2000 per il raddoppio della tratta urbana Roma Ostiense-Cesano (FL3), ed è stata la prima stazione in Italia a sorgere completamente su un viadotto. Si trova poco prima del raccordo dismesso da Pineto a Vigna Clara, utilizzato per pochi giorni durante i Mondiali del 1990, e poi abbandonato; costituisce la prima parte della futura "Cintura Nord" dell'anello ferroviario.

Con il recupero della stazione Vigna Clara nel 2016 al nuovo centro commerciale si potrà accedere quindi sia facilmente dalla Cassia (Giustiniana, La Storta, Olgiata, Cesano), sia dall'area di Corso Francia, Fleming, Vigna Stelluti in poco più di venti minuti su rotaia.

"Il centro commerciale Forum Valle Aurelia - si legge sul sito dello sviluppatore, la società "Multi", leader nella realizzazione di centri commerciali in Europa e Turchia (90 strutture realizzate) - è un progetto 'mixed use' che ha l’obiettivo di rigenerare un’area strategica all’interno della città di Roma. Il centro si sviluppa su quattro livelli, segue il territorio e si integra ad esso. Sviluppa una consulenza in cui, partendo dalle analisi delle aree comuni esistenti, realizza il Concept architettonico dell’interno del centro commerciale, caratterizzandolo e conferendogli un’immagine complessiva forte e identitaria".

La Cna di Roma Commercio aveva organizzato un presidio per raccogliere firme e dire basta alle aperture indiscriminate di nuovi centri commerciali dentro e fuori la capitale proprio qui nel maggio scorso e vari comitati di quartieri e associazioni si sono dette contrati all'apertura di questo centro commerciale, soprattutto per la paura che le attività locali soffrissero della concorrenza. Le proteste non hanno però trovato riscontro e la nuova mega struttura aprirà presto i battenti, forse già nel 2016.

Commenti

26/01/2016 18:13:23

Claudio genovesi

Il quartiere crescerà sicuramente,porterà tanta gente e produrra copetizione e chi sarà più bravo otterrà beneficio a tutti coloro che sono titolari di un'attività commerciale,datevi da fare x un cliente che se ne va ce ne saranno dieci che entreranno

14/05/2016 10:04:24

francesca

non esiste competizione quando non c'è pari opportunità per tutti.
Pesce grande mangia pesce piccolo. Inotre questo centro commerciale distruggerà il paesaggio, una collina romana e la sua valle intatta... peccato.
Ne parleremo quando la natura chiederà il conto.

14/05/2016 10:04:29

francesca

non esiste competizione quando non c'è pari opportunità per tutti.
Pesce grande mangia pesce piccolo. Inotre questo centro commerciale distruggerà il paesaggio, una collina romana e la sua valle intatta... peccato.
Ne parleremo quando la natura chiederà il conto.

14/05/2016 10:04:29

francesca

non esiste competizione quando non c'è pari opportunità per tutti.
Pesce grande mangia pesce piccolo. Inotre questo centro commerciale distruggerà il paesaggio, una collina romana e la sua valle intatta... peccato.
Ne parleremo quando la natura chiederà il conto.

29/06/2017 15:28:32

Paolo Piastra

sarà l'ennesima cattedrale....vicino ad un'altra cattedrale. Ci sarà l'ennesima insegna nazionale o Locale di grande distribuzione, tanto per aiutare il tigre di Via Bacciarini ed il Conad giù in fondo. Ma mi rendo conto che ormai, se non si aprono i negozi, non si apre nulla. Poi, con tutto questo potere d'acquisto che hanno gli italiani vedrai che fatturati. Oggi 29 giugno ho visto l'opera....un progetto del 90 implementato nel 2017....sicuramente attuale e vicino alle esigenze della società attuale...manca la DeFilippi ed il gioco è fatto

27/11/2017 19:34:56

AURORA

INUTILE COSTRUIRE CENTRI COMMERCIALI, FACCIAMO CRESCERE E MIGLIORARE I MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICI, COSTRUIAMO PARCHEGGI VICINO ALLE STAZIONI DEI TRENI E DELLE METROPOLITANE .

NON COSTRUIAMO SOLO CASE E CENTRI COMMERCIALI!

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco