ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Comitato via della Giustiniana: "Gravissima e perdurante situazione dei rifiuti"

Di red/comunicato 14/06/2017

Comitato via della Giustiniana: "Gravissima e perdurante situazione dei rifiuti""La gravissima e perdurante situazione dei rifiuti giacenti in Via della Giustiniana (tratto compreso tra la Cassia e la Cassia bis) come si può vedere con estrema chiarezza dalle foto allegate rischia di mettere in serio pericolo la salute e l'incolumità dei cittadini.
Le cause della crisi che stiamo vivendo da oltre un anno sono molteplici ed addebitabili all'Amministrazione comunale e municipale, all'Ama, alla pessima educazione di diversi cittadini ma soprattutto alla mancata estensione sul nostro territorio della raccolta porta a porta come richiesto da almeno 8 anni da questo Comitato e come da delibere approvate all'unanimita dal consiglio municipale dalle precedenti amministrazioni ma sistematicamente disattese.
Invito pertanto il Sindaco di Roma, congiuntamente agli altri destinatari della presente, ad attivarsi per immediati interventi di profonda pulizia di tutto quello che giace intorno a tutti i cassonetti siti lungo Via della Giustiniana, provvedendo nel contempo ad una disifestazione delle aree limitrofe, e ad assumere i provvedimenti necessari per l'immediato inizio della raccolta dei rifiuti porta a porta con eliminazione dei cassonetti".

La nota è firmata dal Comitato via della Giustiniana.

Commenti

15/06/2017 16:36:43

Roberto Salata

Abito in via Cassia 1608. Ho la sfortuna di avere i cassonetti situati di lato al cancello della casa. I cassonetti sono molto danneggiati, uno è stato distrutto da un'autovettura, essendo situati su via Cassia, si fermano moltissime macchine che lasciano, meglio lanciano, la spazzatura fuori dei cassonetti, che sono sempre pieni, oltre a circa cinquanta famiglie, vi depositano i rifiuti una vicina trattoria ed una friggitoria di cibi egiziani. Oltre al tanfo sempre presente, i cassonetti sono situati sul bordo della via Cassia e non permettono ai passanti di passare se non a rischio di essere "arrotati" da auto e pullman, sopratutto alcune persone portatori di endicap che utilizzano carrozzine elettriche.
Questo è in sintesi la situazione. Ho chiesto di spostarli di soli 10/15 metri in un posto che rappresenterebbe una più conveniente dislocazione.
La risposta è stata: non si può.
Se l'AMA mi legge la prego di fare un sopralluogo.
Se l'ufficio d'igene mi legge lo prego di fare un sopralluogo.
Ho vissuto a Il Cairo per 5 anni. Lo scorso anno sono tornato a Roma, è più precisamente a La Storta. Borgata dove sono nato.
Ebbene, la gestione dei rifiuti a Il Cairo è migliore che a Roma, visto lo spettacolo che mi si presenta davanti agli occhi tutti i giorni.

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco