ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Lago di Bracciano: manifestazione di cittadini, comitati e istituzioni per la sua salvezza

Di Luca Pagni 01/07/2017

Lago di Bracciano: manifestazione di cittadini, comitati e istituzioni per la sua salvezzaSulle sponde del Lago di Bracciano, a nord di Roma, si è tenuta una manifestazione con tanti cittadini, comitati, consorzi, Ente Parco di Bracciano e Martignano, l'On. Emiliano Minnucci, sindaci e vicesindaci di Anguillara Sabazia, Trevignano Romano e Bracciano.

Si chiede che Acea ATO 2 stoppi la captazione di acqua dal Lago di Bracciano, per farne usufruire Roma e 74 comuni limitrofi, con forte danno ambientale e progressivo svuotamento del lago vulcanico poiché si rischia un disastro ambientale.

Agli enti ed istituzioni locali viene chiesto di far pressione sulla Regione Lazio, affinché applichi la Legge regionale n. 5/2014, che prevede la creazione degli Ambiti di Bacino Idrografico, fra i quali quello "Tuscia - Monti della Tolfa - Monti Sabatini" che comprende il lago di Bracciano, con distruzione degli A.B.I. e la abolizione dei 5 A.T.O. della Regione Lazio

Si chiede inoltre di attuare la volontà espressa dai cittadini, con due referendum sull'acqua da gestire pubblicamente e non privatamente.

L'acqua potrebbe provenire da altre fonti, a nord del Tevere o nel mare, con adeguati depuratori e desalinatori.

Sarebbe inoltre auspicabile che i proventi di ACEA per la vendita dell'acqua, finissero non ripartendo gli utili tra i soci, ma bonificando e riparando tutte le perdite di acqua lungo le condutture idriche.

Massimo Pezzella, già commissario del Parco di Veio, ci ha accompagnati sul posto e ci ha rilasciato questa dichiarazione:

"Oltre 2000 Nasoni a Roma devono essere manutentati e dotati di temporizzatori di erogazione, l'impianto presente è obsoleto e da molto tempo doveva essere oggetto di manutenzione.

L'acea ha posizionato oltre 50 impianti dispencer di erogazione mista acqua acqua gassata sul territorio spendendo soldi che potevano essere impiegati per cominciare un piano di intervento sulle tubazioni obsolete.

Il parco del Lago di Bracciano deve essere protetto con una corretta e monitorata attività di tutela per il livello dell'acqua e per la salvaguardia dell'ecosistema, che già soffre una grande moria dei pesci più piccoli, con pecore che brucano le alghe, dove un tempo c'era il lago.

L'Acea SpA, riscuotendo molti soldi ogni anno, ha il dovere di intervenire e sanare questa situazione di sovracaptazione, considerando anche il fatto che spesso in molti quartieri di Roma assistiamo a delle fuoriuscite di acqua potabile, proprio a causa di condutture ormai fatiscenti.

Chiediamo alla Sindaca Raggi di intervenire sul Cda dell'Azienda Acea."

Venerdì prossimo l'Assessore regionale Refrigeri terrà una riunione tecnica con tutte le parti in causa.


Luca Pagni

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco