ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Comitato acqua pubblica territoriale sul prosciugamento del lago di Bracciano

Di redazione/comunicato 05/07/2017

Comitato acqua pubblica territoriale sul prosciugamento del lago di Bracciano"La crisi del lago di Bracciano è fortemente legata al ruolo svolto da ACEA Spa, e dalla propria società ACEA-ATO2 Spa che gestisce l’intero sistema idrico integrato dell’ATO2 e da anni preleva acqua dal lago; ebbene, ACEA ATO2 Spa trasferisce ogni anno 60/80 milioni di Euro ad ACEA Spa, che a sua volta li distribuisce ai propri azionisti (Comune di Roma e privati) sottraendoli di fatto ad interventi di ammodernamento della rete - che nel Lazio ha perdite di circa il 45% - e miglioramento del servizio.
La soluzione del problema è a portata di mano, ed è di tipo strutturale: basta rendere operativa la legge regionale n.5 del 2014 “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque”, istituendo gli Ambiti di bacino idrografico (ABI) che tale legge ha introdotto abolendo i 5 ATO: in questo modo tutto il sistema di gestione dell’acqua viene rivoluzionato, eliminando la posizione di monopolio privatistico detenuta oggi da ACEA, per di più sulla base di una vecchia convenzione da noi giudicata oggi non più valida. Parallelamente occorre che il Comune di Roma trasformi ACEA ATO2 in azienda speciale.

Chiediamo a tutti i Consiglieri Comunali e alle forze politiche:

· di fare pressione sulla Regione Lazio, per chiedere l'applicazione della legge regionale n.5/14, e l’approvazione della proposta di legge istitutiva degli Ambiti di Bacino Idrografico, fra i quali quello "TUSCIA -MONTI DELLA TOLFA - MONTI SABATINI" che comprende anche il lago di Bracciano;

· di fare pressione sul Comune di Roma perché non ceda le quote azionarie di ACEA ai privati ed invece trasformi ACEA ATO 2 in Azienda Speciale, dando così attuazione alla volontà dei cittadini espressa con i due referendum sull'acqua pubblica;

· di pretendere, nelle more delle conclusioni di tale riforma, che la città Metropolitana reclami a suo vantaggio le quote che ACEA spa versa al Comune di Roma (e che vanno ad arricchire il bilancio di quest'ultimo Ente) per impiegarle nella salvaguardia delle risorse idriche e nell’ammodernamento delle infrastrutture;

· di appoggiare l'iniziativa per monitorare il Lago di Bracciano con propri strumenti in modo da avere l'effettivo controllo diretto della situazione, e la richiesta di trasparenza nella gestione e partecipazione dei cittadini".

Giuseppe Girardi
per comitato acqua pubblica territoriale, coordinamento regionale e forum nazionale

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco