ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Rapine "al peperoncino", primi casi anche a Roma

Di red/comunicato 04/12/2017

Rapine "al peperoncino", primi casi anche a RomaNell'area della stazione Termini i carabinieri hanno sgominato una banda che rapinava le persone usando lo spray al peperoncino.

Ad essere arrestate dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, della Stazione Roma Piazza Dante e della Stazione Roma San Lorenzo tre persone - due cittadini egiziani di 20 e 28 anni e un romeno di 38 anni - tutti nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che avevano appena rapinato un 26enne in via Giolitti.

Il "branco", dopo aver adocchiato la vittima uscire da un bar, è entrato in azione, dapprima stordendola con una bomboletta di spray al peperoncino, poi colpendola al volto. Il 26enne, ormai sopraffatto, è stato derubato del telefono cellulare e del denaro in suo possesso.


Attenzione in tutti i luoghi di grande concentrazione di pubblico. I rapinatori utilizzano già da tempo in altre città d'Italia lo spray urticante alla "Capsaicina", che si può acquistare un po' ovunque e che nasce in realtà come strumento di difesa soprattutto per signore, ma adottato anche da certe forze di polizia in passato.

È ora diventato invece strumento di offesa per confondere le vittime. Vittime designate sono per lo più ragazze con borsa a tracolla o in mano. Una spruzzata sugli occhi è sufficiente per far mollare loro la presa e derubarle in pochi secondi, infilando la mano in borsa oppure strappando del tutto la borsa dalle mani.

Purtroppo questi rapinatori spietati agiscono nella calca e trovarli diventa oltremodo difficile per le vittime, confuse e con pochissimo tempo per capire cosa sia accaduto essendo accecate, come per altri che volessero fermarli, forze dell'ordine comprese.

La legge ha considerato a lungo questi spray come vere e proprie armi, poi il ministero degli Interni ha deciso di considerarli di libera vendita.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco