ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Ribera (PD): Parco Volusia, degrado e incuria"

Di red/comunicato 11/04/2018

Ribera (PD): Parco Volusia, degrado e incuria"Sono trascorsi nemmeno 3 anni dall’apertura del parco Volusia e purtroppo oggi incuria e degrado prevalgono a causa di scarso controllo, cura e attenzione da parte dell’amministrazione. Molti degli arredi delle aree di sosta risultano danneggiati, spesso contornati da rifiuti ed erba alta che limitano la fruizione di questi spazi.


Eppure a novembre 2016 l’intero consiglio si era espresso favorevolmente ad una proposta del gruppo pd che impegnava il presidente del municipio a mettere in atto tutte le iniziative necessarie per la valorizzazione e lo sviluppo del parco Volusia, istituendo anche una “cabina di regia” per il recupero, la ristrutturazione e la definizione delle finalità d’uso dei casali, valutando l’accesso a fondi pubblici oppure attraverso l’emanazione di un bando pubblico rivolto a privati inserendo anche l’obbligo della manutenzione del parco. La proposta chiedeva anche di lavorare per la creazione, a via Bracciano, di un sistema di accessibilità al parco e alla via Veientana antica. Il documento Impegnava inoltre il Presidente, presso la ditta esecutrice dei lavori nella parte bassa del Parco Volusia, a reperire il crono programma per l’ultimazione dei lavori e la relativa consegna dell’area all’amministrazione.


E’ trascorso un anno e mezzo dall’approvazione del documento in consiglio ma oggi nessun impegno è stato ancora rispettato e non si hanno notizie positive in tal senso. Nell’aprile 2017, ad una interrogazione del pd, il presidente e l’assessore rispondevano affermando che nel mese di maggio 2017 sarebbero terminati i lavori nella parte bassa del parco ma a tutt’oggi ci ritroviamo ancora con l’area chiusa al pubblico, mancanza di manutenzione, degrado e deterioramento delle strutture nella parte alta. Nemmeno a parlarne invece per quanto riguarda l’impegno per la creazione di un ulteriore accesso al parco e per il recupero dei casali.


E’ un vero peccato che un parco così frequentato dai cittadini non riceva l’interesse e la giusta attenzione da parte dell’amministrazione. Non si capisce se la giunta e il presidente abbiano interpellato la ditta e il dipartimento per quanto riguarda i danneggiamenti e l’apertura della parte bassa del parco, se il servizio giardini effettui una costante manutenzione. Sono questioni tra l’altro risolvibili lavorando anche per il recupero dei casali. Dare nuova vita e funzioni a quelle strutture significherebbe maggiore servizi per la cittadinanza, maggiore controllo del territorio e manutenzione dell’area. Servizi socio-culturali e ludico-ricreativi di cui il quartiere avrebbe tanto bisogno. Per fare un esempio basti pensare che in tutta la zona non esiste alcun luogo di ritrovo o spazio pubblico per studenti come una biblioteca.


La proposta aveva trovato il parere favorevole di tutti i gruppi politici e la condivisione di comitati e associazioni proprio perché inquadrava correttamente le esigenze di un territorio tracciando il giusto percorso da seguire.


Purtroppo tutte le proposte sono ancora in attesa di avere un riscontro ma a quasi due anni dall’insediamento della nuova amministrazione è giunto il momento di dare qualche segnale al territorio, di raggiungere qualche obiettivo e rispettare gli impegni. Sul territorio si percepisce un’assenza troppo forte delle istituzioni e questo è un segnale molto negativo. Per quanto ci riguarda continueremo a lavorare sul territorio, nelle commissioni e in consiglio affinché questa amministrazione si renda conto che ha il dovere di governare e dare risposte. Il tempo delle chiacchiere è finito, oggi ci aspettiamo fatti concreti.


Così in una nota Marcello Ribera, Vicepresidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco