ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Piazza Bologna, cercavano perdita d'acqua trovano bunker anti-aereo degli anni '40

Di red/comunicato 14/05/2018

Piazza Bologna, cercavano perdita d'acqua trovano bunker anti-aereo degli anni '40Un problema di perdita d'acqua da risolvere, un sopralluogo in cantina, porte chiuse da settant'anni, e la sorpresa che non s'aspettavano. Ecco riemergere dall'oblio un rifugio antiaereo abbastanza ben conservato in zona piazza Bologna a Roma. Una piccola grande scoperta messa a segno dall'amministratore del condominio Guido Fontani che ha subito chiamato gli esperti storici di bunker del centro ricerche speleo archeologiche Sotterranei di Roma che hanno fatto subito le verifiche.

«E' un complesso sotterraneo di sei ambienti evidentemente dimenticato, svuotato nel dopoguerra, e lasciato lì, di cui si era persa memoria», racconta Lorenzo Grassi che ha effettuato il sopralluogo. Poteva contenere e proteggere dai bombardamenti almeno un centinaio di persone. Si tratta di una struttra in cemento armato dotata di una intercapedine isolante. Si vedono ancora le tracce di assi di legno e centinature. Sta in ottime condizioni. Scendendo in questi ambienti, gli indizi chiave che hanno fatto subito pensare ad un rifugio anti-aereo sono state le scritte che, ancora leggibili, compaiono sulle pareti.

Le sei stanze presentano sedute in cemento, ogni stanza è divisa da porte in metallo rinforzate. C'è un'ingresso principale collegato alle scale delle cantine, e su una parete spicca ancora una scala a pioli metallici che conducevano ad una seconda uscita risultata oggi murata. Ancora una scritta indica l'ambiente destinato a piccolo gabinetto. Una stanzetta più piccola con alcune sedute potrebbe essere interpretata come un magazzino per provviste. Sono state, quindi, identificate tutte le prese d'aria. «Non c'era un vero e proprio sistema di filtraggio dell'aria evidentemente - racconta Lorenzo Grassi - Il palazzo è stato costruito negli anni '40 seguendo il regio decreto governativo di protezione antiaerea che prevedeva che tutte le nuove costruzioni avessero sistemi sotterranei di rifugi antiaerei».

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco