ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Anguillara, inaugurata una "panchina gialla" contro il bullismo

Di red/comunicato 14/05/2018

Anguillara, inaugurata una "panchina gialla" contro il bullismoAd Anguillara inaugurata una panchina gialla a simboleggiare la lotta contro il bullismo. Un’iniziativa a proseguimento del progetto iniziato dall’amministrazione comunale lo scorso 7 febbraio che ha visto la partecipazione della scuola di ballo Angel’s dance di Stefania Sacco con un balletto dedicato alla particolare tematica e molto apprezzato dai ragazzi dei licei Ignazio Vian e Paciolo.



La partecipazione dei professori dei licei di Anguillara all’evento

“Meravigliosa la partecipazione dei professori, – dice Sara Galea assessore alle politiche Sociali e vice sindaco della città di Anguillara Sabazia – grazie ai quali si è potuto realizzare questo progetto e, profonde e sentite le loro parole di soddisfazione per questo solido rapporto che si sta creando con il Comune per favorire sostegno e garanzia per i giovani di Anguillara”.

L’intervento dello psicologo Massimo Impicciatore
Particolarmente interessante l’analisi dello psicologo Massimo Impicciatore che, con parole semplici, ha spiegato ai ragazzi le varie dinamiche che caratterizzano questo fenomeno così delicato e grave. Una tematica, quella della lotta al bullismo sulla quale la vice sindaco promette di ritornare per sensibilizzare, in maniera sempre più efficace i giovani.


I corsi gratuiti per i giovani
L’incontro con i ragazzi è poi terminato con l’auspicio che nuovamente si possa collaborare per creare un rinnovato senso civico e di collaborazione, e ricordando che l’amministrazione comunale ha organizzato dei corsi gratuiti di musica elettronica, dj e painting con professionisti del settore, che partiranno nel mese di settembre e di cui sono ancora aperte le iscrizioni. Ad Anguillara il progetto contro il bullismo continua, con nuovi strumenti affinché i giovani possano ritrovare fiducia ed entusiasmo nella vita. Nuovamente con le scuole ma, soprattutto, con i veri protagonisti della vita: i giovani.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco