ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Corso Francia, i residenti si riuniscono al Parco Belloni per cercare soluzioni ai problemi della zona

Di Emiliano Bassetti 06/06/2018

Corso Francia, i residenti si riuniscono al Parco Belloni per cercare soluzioni ai problemi della zonaIl Comitato Parco Belloni si riunisce nell'ononimo parco per discutere dei problemi del quartiere. Una trentina di persone si sono viste per parlare delle soluzioni da adottare per far fronte ai problemi del quartiere, sicurezza, degrado e immondizia gli argomenti principali. Il primo argomento affrontato è stato la gestione del parco Belloni, dato in affidamento al Comitato Cittadino, si sono prese decisioni e comunicate le date per la pulizia e sfalcio dello stesso. Infatti 3 giorni dopo il parco è stato sistemato, grazie all'aiuto di volontari di quartiere. Gli altri argomenti sono più spinosi e con tempi più linghi per una soluzione. La sicurezza del quartiere prima di tutto, molti cittadini hanno denunciato continue infrazioni negli appartamenti del quartiere, danneggiamenti e scippi per strada. Molti sono esasperati e spaventati, si è discusso per cercare una soluzione qualsiasi anche a costo di pagare di tasca propria, vigilanza privata e simili. Nel frattempo la rete di comunicazione tra i cittadini sembra essere l'immediata azione da intraprendere per segnalare in tempo reale cosa accade nel quartiere. Altri quartieri hanno adottato una soluzione simile e sembra funzionare bene, oltre alla vigilanza contribuisce a creare anche più coesione tra i cittadini, per il raggiungimento di obiettivi comuni. Altro argomento delicato è la gestione dei rifiuti, spesso Roma si trova a gestire periodi di crisi dovuti allo smaltimento dei rifiuti raccolti, quindi oltre a pubblicare foto dei secchioni sui social, il Comitato Parco Belloni vorrebbe andare oltre, e cercare di intervenire lì dove l'amministrazione non arriva. Qualcuno ipotizzava la formazione di squadre di volontari che potessero mettere un freno ai fastidiosi scenari di degrado legati ai rifiuti in strada. Sono tutte ipotesi che il Comitato sta valutando, per quanto riguarda fattibilità e costi per i cittadini. Quindi i cittadini di Vigna Stelluti hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona per sopperire alle mancanze dell'Amministrazione Capitolina, chi fa da se fa per tre. I cittadini sono stanchi di vedere il proprio quartiere andare in decadimento giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno. Sono molti i Comitati nati negli ultimi anni e probabilmente la chiave del successo è proprio nella collaborazione attiva tra cittadini e Amministrazione. Le persone cominciano a rimboccarsi le maniche e l'unica cosa da fare è applaudire e sostenere queste iniziative.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco