ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

"A 11 anni dall'omicidio Reggiani, Tor di Quinto di nuovo nel degrado".

Di red/comunicati 01/11/2018

"A 11 anni dall'omicidio Reggiani, Tor di Quinto di nuovo nel degrado".“A undici anni dalla tragedia di Tor di Quinto tutto sembra tornato come prima. Le colonnine SOS sono immerse nella selva che é tornata ad essere oscura ed inaccessibile come tutto attorno alla stazione di Tor di Quinto. Questo degrado viene tollerato ed accettato come fisiologico in ogni parte della cittá. La conseguenza è che in molti luoghi degradati della Capitale si possa di nuovo essere aggrediti, stuprati ed uccisi da persone che ieri come oggi non dovevano trovarsi in quel posto. Ed allora il cocktail degrado-illegalitá-flussi incontrollati diventa esplosivo con effetti devastanti per i residenti. La morte di Giovanni Reggiani è stata un monito rimasto inascoltato, creando le premesse per una nuova tragedia che ha visto come vittima la piccola Desiree Mariottini. La politica progressista fondata su modelli culturali di "tollerenza estrema" e "multiculturalismo incontrollato" costruisce vere e proprie "cattedrali nel degrado" contornate da illegalitá e morte. Portando oggi la corona di fiori presso la stazione di Tor di Quinto, abbiamo voluto ricordare non solo la signora Reggiani, ma anche la piccola Desiree e chiedere alle istituzioni di non lasciare più intere aree della nostra città fuori dal controllo dello Stato.”
Lo dichiarano in una nota congiunta Gianni ALEMANNO ex-sindaco di Roma, Fabrizio GHERA, ex-assessore comunale e capogruppo di FDI in Regione Lazio, Giorgio MORI, Capogruppo FDI nel XV Municipio

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco