ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

Via dei Due Ponti, via Oriolo Romano, via della Crescenza: mettere in sicurezza l'incrocio

Di Beatrice Scacchi 12/03/2020

Via dei Due Ponti, via Oriolo Romano, via della Crescenza: mettere in sicurezza l'incrocioPer i cittadini del XV Municipio, la questione sicurezza, riguardante l’incrocio tra Via Dei Due Ponti, via della Crescenza e via Oriolo Romano, è un problema che emerge, periodicamente, da diversi anni. La segnaletica poco chiara e la poca illuminazione, contribuiscono a rendere pericoloso lo snodo trafficato di Roma Nord e per regolamentarlo, nel corso degli anni, le istituzioni ed i cittadini, hanno parlato di una possibile soluzione collocata nella costruzione di una rotatoria. Ma il disagio più importante si presenterebbe verso sera: “ La situazione, a calar del sole, si presenta pericolosa, in quanto, la fauna, che proviene dal parco di veio è imprevedibile ed incontrollabile e a causa della poca visibilità e di un incrocio con regole poco chiare, contribuisce a generare sinistri stradali ” spiega una signora che percorre frequentemente Via Dei Due Ponti e testimone di diversi incidenti, in quanto residente in prossimità dell’incrocio e prosegue “ mio figlio possiede una minicar e confrontandomi con le altre mamme ho scoperto la preoccupazione condivisa rispetto la trivia in questione”. La direzione tecnica, manutenzione territorio e ambiente, con deliberazione dell’assemblea capitolina, considerando l’alto tasso d’incidentalità dell’ incrocio, ha deciso di stanziare, nel 2019, dei fondi in bilancio pari a 30.000.00 euro, finalizzati all’opera pubblica denominata “Messa in sicurezza incrocio via Due Ponti, via Oriolo Romano, via della Crescenza”. A riguardo,sul sito di Roma Capitale, rispetto alla voce: “atti relativi alle procedure per l’affidamento degli appalti pubblici”, si dichiara: “avendo accertato l’indisponibilità, nell’ambito della Direzione tecnica del Municipio, di figure professionali idonee all’esecuzione dell’incarico, con nota prot. n. CU/15604 del 11 febbraio 2019 è stata avviata una procedura di ricognizione interna all’amministrazione Capitolina, ai sensi dell’art. 46 della legge 6 agosto 2008, n. 133, chiedendo ai dipendenti delle Strutture di Linea e delle Strutture Territoriali di Roma Capitale, in possesso di adeguata qualifica tecnica, la disponibilità ad assumere l’incarico per l’espletamento dell’attività trattata” sembrerebbe che, ancora oggi, non sono pervenute manifestazioni di disponibilità all’assunzione dell’incarico. A proposito, il presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, dichiara: “Nel 2019 è partita la gara per affidare la progettazione che riguarda la messa in sicurezza dell’incrocio, ma non necessariamente si costruirà una rotatoria per risolvere il problema, infatti, gli interventi da portare in atto, sono ancora in fase di valutazione” e prosegue “ in via cautelativa la quota lavori è prevista nel 2021 ma qualora la progettazione dei lavori si presentasse più rapida del previsto, chiederemo un’anticipazione del finanziamento” e conclude “ l’opera verrà realizzata, in maniera definitiva, al massimo entro il 2022”. Sembrerebbe, quindi, che i cittadini dovranno aspettare ancora parecchio tempo, prima di vedere risolta la situazione poco rassicurante che riguarda l’incrocio, con la speranza che il prima possibile, vengano prese precauzioni, almeno, riguardo la questione illuminazione ed asfalto dissestato, che contribuisce a rendere pericoloso l’incrocio.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco