ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

AMA: continua abbandono in strada materiali ingombranti

Di Chiara Villani 09/09/2020

AMA: continua abbandono in strada materiali ingombranti “A quanto pare l’inciviltà non va in vacanza” con quest’espressione amareggiata l’Amministratore Unico di Ama S.p.A. Stefano Zaghis comunica in una nota che neppure nei mesi estivi si è arrestato il fenomeno dell’abbandono di materiali ingombranti su strada, un atto criminoso che negli ultimi tre mesi ha reso necessari numerosissimi interventi speciali degli operatori ecologici per rimuovere quasi 1200 tonnellate di rifiuti di grossa taglia: nello specifico, 455 tonnellate a giugno, 422 a luglio e più di 313 ad agosto. Un trend in crescita, sebbene nei primi 6 mesi dell’anno ne erano già state complessivamente scaricate illecitamente oltre 2.100 tonnellate, con un consistente aumento a partire da maggio a seguito del lockdown; infatti, da una media di 6-7 tonnellate al giorno rimosse ad aprile, si è passati alle 10-12 tonnellate giornaliere di inizio maggio, fino ai sopracitati numeri estivi. Il servizio di rimozione dei materiali ingombranti abbandonati sul suolo pubblico è svolto quotidianamente dal lunedì al sabato sull’intero territorio di Roma, con l’impiego complessivo di anche 36 squadre dedicate per ogni giorno, e sulla base delle segnalazioni sia dei tecnici di zona che monitorano il territorio sia dei cittadini. Un fenomeno che tocca tutti: questi comportamenti illeciti posti in essere da “svuota-cantine” ed altri maleducati, non solo danneggiano e deturpano l’ambiente, ma richiedono anche costosi interventi di rimozione a carico di tutta la collettività: difatti, per rimuovere le 2.100 tonnellate di materiali ingombranti del primo semestre 2020, la Municipalizzata capitolina per l’Ambiente è stata costretta ad un esborso di oltre 1milione e 230mila euro. Fortunatamente Roma nord di non è sul podio di questa rammaricante classifica, il primato infatti spetta al quadrante ad est di Roma (municipi IV, V, VI, VII) che registra circa un terzo del totale delle operazioni di tutta la città, ma ciò non significa che non manchino incivili nel Municipio XV: sono stati infatti necessari interventi per rimuovere vari elettrodomestici di grossa taglia in via Carlo Pirzio Biroli. Invocando il buon senso di tutti, ricordiamo i tre canali gratuiti messi a disposizione dei cittadini per disfarsi agevolmente dei materiali non conferibili nei cassonetti stradali sono: i Centri di Raccolta aziendali; il servizio Riciclacasa e Lavoro per il ritiro a domicilio; la raccolta domenicale organizzata da Ama in collaborazione con il TGR Lazio “Il tuo quartiere non è una discarica”, il cui prossimo appuntamento è fissato per il 27 settembre 2020 (con postazioni nel Municipio XV nell’ecostazione Tieri, in Via Tieri/Cassia - Olgiata e nell’ecostazione Labaro a Largo Nimis) per incentivare la raccolta differenziata di: legno, metallo, ingombranti, frigoriferi e condizionatori, grandi elettrodomestici, monitor e TV, apparati elettronici, lampade al neon, batterie al piombo, consumabili da stampa, e in alcuni punti contenitori di vernici e solventi.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco