ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

A Ponte Milvio il nuovo Centro Antiviolenza del XV Municipio

Di red comunicato 26/11/2020

A Ponte Milvio il nuovo Centro Antiviolenza del XV Municipio"Alle donne voglio dire: nessuna è sola. Oggi, Giornata contro la violenza sulle donne, sono stata al nuovo Centro Antiviolenza nel Municipio XV. Aprirà tra poco e, come gli altri già attivi a Roma, offrirà supporto alle donne nel percorso di fuoriuscita dalla violenza.
Giorno dopo giorno lavoriamo con impegno per sensibilizzare sul tema, moltiplicare le strutture presenti in città e i servizi di sostegno perché vogliamo che le donne si sentano libere di scegliere e che scelgano di uscire dalla violenza. Finché questo fenomeno non verrà estirpato dobbiamo mettere in campo ogni soluzione possibile per dare aiuto.
Investiamo sempre di più per il riscatto di queste donne: la spesa per questi servizi è raddoppiata nel corso degli ultimi anni e lo stanziamento in bilancio per le strutture a sostegno delle donne vittime di violenza per l’anno prossimo è di oltre 2 milioni e 370 mila euro".

Così la sindaca Virginia Raggi in un post su Facebook visitando il centro di prossima apertura sito in via Cassia antica 5.


Centri Antiviolenza

I Centri Anti Violenza (CAV) forniscono informazioni e supporto alle donne che vogliono superare qualsiasi tipo di violenza di genere: psicologica, fisica, economica, domestica, intra ed extrafamiliare. Sono collegati al 1522 (www.1522.eu) e garantiscono il servizio telefonico h 24.

E’ possibile contattare i CAV di Roma Capitale anche tramite mail.

Sono disponibili altri canali di contatto - come WhatsApp, Facebook, form per richiesta informazioni- diversificati per ciascun CAV.

Nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19 i CAV continuano ad assicurare l’assistenza telefonica H24. Gli appuntamenti presso le sedi fisiche saranno fissati esclusivamente nei casi di particolare criticità della situazione di violenza esposta dalla donna e rilevata dalle operatrici. Gli orari di apertura, di seguito indicati, si riferiscono principalmente alla gestione ordinaria.

I CAV offrono gratuitamente alle donne servizi di ascolto, accoglienza, assistenza psicologica, consulenza legale, supporto ad eventuali figli/e minori, orientamento al lavoro, orientamento all’autonomia abitativa. Per ciascuna donna viene costruito un percorso personalizzato di sostegno e aiuto.

I CAV sono gestiti da organismi del terzo settore con competenza specifica nel contrasto alla violenza di genere e sostegno alle donne e i figli che ne restano vittime.

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco