Cassia 1821

IL NOTIZIARIO GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

STOP ALL'IMPORT EXPORT CLANDESTINO DEI CUCCIOLI A QUATTRO ZAMPE

Di Red/Lucia Magliocco 28/09/2011

STOP ALL'IMPORT EXPORT CLANDESTINO DEI CUCCIOLI A QUATTRO ZAMPEStop ai cuccioli clandestini.

E' stato presentato alla Farnesina il vademecum per contrastare l'import export clandestino di animali da compagnia. Frattini, ha dichiarato: «Serve norma Ue, tracciare la rete illegale».

Ben 85 sequestrati domenica scorsa a Firenze, ammassati in un furgone proveniente dall'Ungheria. Oltre 70 bloccati in primavera alle porte di Milano. Quaranta salvati da un furgone con targa polacca nel porto di Ancona.
Intanto, al canile di San Cesareo, alle porte della Capitale, centinaia di piccoli a 4 zampe aspettano che si concludano i processi a carico dei loro aguzzini per poter essere adottati.

I Cuccioli viaggiano ai limiti della sopravvivenza, come sardine in latta, in grossi camion che dall'Europa dell'Est, ma anche da Francia e Spagna, arrivano in Italia. Molti muoiono durante la traversata: si calcola che il 50% non ce la faccia. Ma il fenomeno è in espansione e genera un giro d'affari illegali sui 300 milioni di euro l'anno.

Ma a scoraggiare la tratta arriva ora un manuale, presentato martedì alla Farnesina, che si propone di rendere più efficace l’applicazione della Legge 201 che lo scorso anno ha introdotto nel nostro ordinamento il reato di traffico di animali da compagnia.

Si metteranno in atto delle procedure di controlo, il Ministero della Salute, in collaborazione con la federazione veterinari (Fnovi) e la Lega Anti Vivisezione (Lav), con la polizia e con il patrocinio dei ministeri degli Esteri ha realizzato il manuale «Procedure per l’esecuzione dei controlli nella movimentazione comunitaria di cani e gatti».

«Fornisce una panoramica del quadro normativo che regola gli scambi commerciali di questi animali tra paesi UE e la loro introduzione sul nostro territorio» spiega Roberto Bennati, vicepresidente della Lav. «Negli ultimi anni la tratta illecita di cuccioli di cane e gatto è fortemente cresciuta - aggiunge Ilaria Innocenti, responsabile Lav del settore cani e gatti - rendendo necessari interventi normativi specifici: il manuale costituisce lo strumento pratico affinché le norme trovino piena applicazione sul campo».
(Fonte: roma.corriere.it)




Commenti

Il pialletto d'oro
BMW Roma