ZONA - IL GIORNALE GRATUITO DI ROMA NORD

» Home » Cronaca » Notizia

VIABILITA', IN FASE DI APPROVAZIONE IL RADDOPPIO DELLA CASSIA TRA LA STORTA E GRA-TRIONFALE

Di REDAZIONE 14/12/2012

VIABILITA', IN FASE DI APPROVAZIONE IL RADDOPPIO DELLA CASSIA TRA LA STORTA E GRA-TRIONFALEAl Dipartimento di Programmazione Urbanistica di Roma Capitale si sta valutando e decidendo il futuro della viabilità di Cassia, Braccianese e Trionfale per gli anni a venire. E' infatti in discussione, presso gli uffici del Comune di piazza Kennedy, in una Conferenza di Servizi, il progetto della "Centralità LA STORTA", alla cui approvazione di costruzione è legata l'attuazione compensatoria del raddoppio della via Cassia nel quadrante La Storta-La Giustiniana, ovvero il prolungamento della cosiddetta "Braccianese bis".

La strada, che si snoderebbe proprio accanto alla via Cassia a partire dal del tunnel a ridosso della Stazione Fr3 "La Storta", arriverebbe a congiungersi, senza dover attraversare due volte i binari della ferrovia, con la Trionfale bis, collegandola di fatto direttamente al Grande Raccordo Anulare.

Una svolta epocale per la viabilità dell'intera Roma nord, che vede riversarsi ogni giorno decine di migliaia di macchine in coda spesso proprio per raggiungere il Gra da Cassia e Braccianense e viceversa. Il raddoppio della Cassia è previsto - lo dicevamo - all'interno del più ampio progetto di realizzazione di una nuova realtà urbana che prevede lo sviluppo di un nuovissimo quartiere residenziale in località La Storta, la "Centralità", appunto, che arriverebbe a contare un insediamento di circa 3.500 nuovi abitanti, tra villette a schiere, appartamenti e servizi (tra cui una scuola superiore e una materna, ne- gozi, alloggi universitari e un ufficio postale). Proprio per questo copioso inserimento di cubature (150 mila metri quadrati di superficie, all'interno di un'area complessiva di 676 mila metri quadrati immersa nel verde) il tutto non potrebbe non essere accompagnato da un massiccio intervento a livello di viabilità.

"Nel progetto della Centralità è espressamente prevista la realizzazione della compensazione di viabilità - fanno sapere dalla Ro-ma Development srl, futuro costruttore dell'opera - Il piano prevede una carreggiata ampia a doppio senso di marcia, illuminata e con i marciapiedi, oltre alla possibilità di potervi affiancare un percorso ciclabile. La strada sarà costruita in contemporanea alla superficie edificata. Fino a che non sarà completata e collaudata la nuova strada, il complesso residenziale non verrà consegnato", assicura l'ufficio stampa della società costruttrice che vanta la realizzazione di numerosissime opere sia in Italia che all'estero.

L'area ricade amministrativamente, come tutto ciò che va al di là della ferrovia, nel territorio del Municipio XIX (Trionfale), ma storicamente e pragmaticamente i principali benefici di un tale intervento strutturale sulla viabilità ricadrebbero sul nostro Municipio, il ventesimo, poiché la Cassia e la Braccianense avrebbero finalmente una valvola di sfogo per il traffico non indifferente.

Proprio per questo il Presidente del più attivo comitato locale di cittadini, Vincenzo Leli (Imago XX), è subito intervenuto presso la società che cura il progetto, per vedere garantito, al di là di tutto, l'interesse primario dei residenti del XX Municipio: la viabilità. "
Mi sono da subito attivato presso la ditta per poter essere ricevuto e vedere in anteprima esclusiva le mappe e i progetti del raddoppio viario della Cassia, prima ancora che l'argo- mento andasse in Conferenza di Servizi al Comune" spiega Vincenzo Leli. "L'ho visionato personalmente. E' un progetto indubbiamente di rilevanza unica e vogliamo guardarlo positivamente, sebbene con una riserva non da poco: i vertici della società sono avvisati, 'no al mattone, senza le infrastrutture' è stato subito il nostro messaggio primario, che porteremo avanti, senza se e senza, vigilando, se verrà approvata, durante tutto il corso dell'opera".

Non resta che conoscere quindi, già alla fine di questo venerdì, l'esito della prima valutazione del programma di interventi da parte dei dipartimenti comunali e del Municipio. Al quale seguirà una comunicazione presumibilmente ufficiale da parte delle Istituzioni sullo sviluppo e le tempistiche dell'intervento (si parla del fine lavori già per il 2015). L'elicottero a uso cittadino non l'hanno ancora inventato, diciamo noi. Per cui, fino a quando le auto e i mezzi pubblici saranno gli unici mezzi di trasporto, si auspica vivamente che una nuova viabilità per tutto il quadrante Roma nord, sebbene unita a una nuova edilizia residenziale e servizi, dia nuovo slancio alla vivibilità di un territorio che da troppo tempo è ostaggio della "trafficosi", una patologia non ufficiale - ma molto sentita - che i cittadini del XX Municipio hanno imparato a conoscere bene.

Per visionare i progetti completi: www.primspa.com

Commenti

Due ruote e non solo
Autoricambi Libiani Vasco